1 / 12
  • Luglio 2017: Oscar della Douja al Roero Arneis Vaudano Gaggìe!!! - Il Roero Arneis 2016 Vaudano Gaggìe si aggiudica l'Oscar della Douja con un punteggio superiore a 90/100. Altro vino premiato Barbera d'asti Ca'd'Furnot con una votazione superiore a 87 punti.
  • Douja d'Or 2016, tre vini Vaudano Gaggìe premiati in una durissima selezione - Nell'edizione 2016 del concorso nazionale Douja d'Or, caratterizzata dall'aumento a 87 punti della soglia minima per la selezione, Vaudano Gaggìe vede premiati Roero Arneis DOCG 2015, "Prasulè" Terre Alfieri Arneis DOC 2015 e "Marej" Barbera d'Asti Superiore DOCG 2013. Solo 317 vini su un totale di oltre 1000 vini presentati al concorso, sono stati selezionati in questa edizione.
  • Giugno 2013 - Roero Arneis 2012, "Prasulè" Terre Alfieri Arneis 2012, Barbera d'Asti Cà d'Furnot 2011 e Piemonte Bonarda 2012 si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2013
  • Giugno 2011 - Cisterna d'Asti "Dragone" 2008, "Prasulè" Terre Alfieri Arneis 2010 si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2011. Roero Arneis 2010 si aggiudica l'Oscar della Douja con un punteggio superiore a 90/100.
  • Giugno 2010 - Barbera d'Asti superiore "Marej" 2007, Bougard rosato di Nebbiolo 2009, Roero "giardinèt" 2007, Piemonte Bonarda 2009 si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2010.
  • Giugno 2009 - Barbera d'Asti superiore "Marej" 2006, Cisterna d'Asti "Dragone" 2007, Roero "giardinèt" 2006, "Prasulè" monferrato Bianco da uve Arneis si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2009. Roero Arneis 2008 si aggiudica l'Oscar della Douja con un punteggio superiore a 90/100
  • Giugno 2008 - Langhe Arneis, Barbera d'Asti superiore "Marej" 2005, Cisterna d'Asti "Dragone" 2006, Piemonte Bonarda 2007 si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2008
  • Giugno 2007 - Barbera d'Asti superiore Marej 2004 si aggiudica il Premio Douja d'Or edizione 2007
  • Giugno 2006 - Cisterna d'Asti "Dragone" 2005 si aggiudica il Premio Douja d'Or edizione 2006.
  • Dicembre 2006 - Cisterna d'Asti "Dragone" 2005 e Roero superiore 2003 vengono recensiti dalla guida VINI D'ITALIA 2007 de l'ESPRESSO con un punteggio di 15 e 15.50 ventesimi.
  • Settembre 2005 - Nell'ambito della manifestazione Douja d'Or, presso la sala convegni dell'Istituto Sperimentale per l'Enologia di Asti in Via P. Micca, si terrà "Incontro con il vino Cisterna d'Asti"; notizie storiche e ricerca enologica intorno all'ultima Doc piemontese. Seguirà una degustazione comparativa tra diversi Cisterna d'Asti doc.
  • Luglio 2005 - Barbera d'Asti superiore Marej 2003 e Piemonte Bonarda 2004 si aggiudicano il Premio Douja d'Or edizione 2005.
  • Marzo 2005 - L'Assaggiatore, periodico ONAV assegna 90/100 al Cisterna d'Asti "Dragone" 2003.
Sono tante le proposte gastronomiche che potete trovare nel territorio di Cisterna d'Asti. Insieme allo straordinario ambiente naturale, ricco di vigneti ma anche di un territorio boschivo largamente incontaminato, alle proposte culturali del Museo Arti e Mestieri di un Tempo, la cucina del nostro territorio può essere il motivo di una gita o di un breve soggiorno. Naturalmente nei ristoranti e nelle osterie di Cisterna d'Asti potrete degustare i nostri vini; il miglior modo di apprezzarli è infatti abbinarli ad un piatto del nostro territorio. Vi ricordiamo che potete degustare e acquistare il "Dragone" e altri nostri vini anche all'Enoteca Regionale del Roero oltre che presso ristoranti ed enoteche di tutto il territorio.

osteria
RAS-CIAMURAJE

Ras-ciamuraje erano detti un tempo gli uomini di Cisterna, perché molti di loro "raschiavano i muri" per raccogliere il salnitro usato fino alle guerre napoleoniche per fabbricare le polveri piriche. Oggi il Ras-ciamuraje è un locale che ha le radici profondamente ancorate nei gusti e prodotti tradizionale con la capacità di offrirli con uno stile informale in un locale arredato tra il post moderno e il vintage. L'ottima carta dei vini spazia dalla collezione completa dei Cisterna d'Asti doc prodotti, fino ai "cult" di Langa e Roero arrivando ai zone enologiche emergenti italiane e internazionali. Il locale è gestito da Simona Vaudano, sognatrice e innovativa, mantenuta con i piedi per terra dalla mamma Lucia custode di una semplice e sana cucina casalinga piemontese.

Albergo - Ristorante
GARIBALDI

Fondato nel 1885 da un certo Ortolani di Crescentino, ex garibaldino che approdò a Cisterna dopo la spedizione dei Mille, il Ristorante Garibaldi fu gestito da questa famiglia fino agli anni Quaranta, quando venne acquistato da Giacomo Vaudano, a cui successe Enrico Vaudano. Attualmente il locale è gestito da Bartolomeo Vaudano, aiutato dai figli Chiara e Francesco, dalla moglie Mariangela e da Luca. In particolare la cucina del Ristorante Garibaldi si distingue per la continua ricerca delle antiche ricette locali; inoltre, da alcuni anni, si produce la famosa "Mostarda d'uva di Cisterna d'Asti". Il locale è molto accogliente, caratterizzato com'è da graziose salette, nelle quali sono stati mantenuti gli arredi dell'antico esercizio. Un'atmosfera di grande ospitalità caratterizza il Garibaldi, grazie alla cortesia e alla cordialità con cui la famiglia Vaudano riceve e intrattiene i propri clienti.
www.albergoristorantegaribaldi.it/